lunedì 24 novembre 2014

MARIA MONTESSORI E LA SCUOLA GIAPPONESE


Nella scuola giapponese il bidello non esiste.
Il metodo scolastico in questione infatti basa il suo metodo sulla autoresponsabilizzazione, i bambini e gli scolari sin dalle scuole più basse, al termine delle lezione hanno come obiettivo ripulire e mettere a posto l’aula ed i banchi dove hanno studiato. L’obiettivo di tale attività è quello di creare un modello nella testa dell’ alunno di realtà civica che fissa appunto cosa è il bene comune. Il banco e l’aula sono un bene pubblico che non è tuo. Per tale motivo altre persone potranno usarlo e lo dovranno ritrovare come nuovo. Attenzione a non confondere, non c’è un imposizione come molti errano, ma un metodo che al contrario crea una forma morbida di autodisciplina e nel futuro creerà  le basi per un “uomo” civico, responsabile, di tali cose anche oltre la scuola. La scuola giapponese quindi radica la sua forza sulla autoresponsabilita scoprendola come uno dei metodi più validi e più efficaci che vanta nella popolazione giapponese una delle piu civiche e civili del mondo. Lo ritroveremo nella gestione delle strade, degli enti, dei templi, fino alle vending machine integre lungo le strade giapponesi cartina tornasole di un senso civico veramente a modello. [...]
Il giappone è un paese che ha copiato le nazioni che hanno fatto meglio sempre (urbanistica dall’Inghilterra, la gestione rifiuti dai paesi scandivavi, gestione organizzativa dagli usa, etc.)ma il metodo scolastico da dove lo ha copiato?? Da una signora italiana che si chiamava Maria Montessori che dava come fulcro del suo metodo scolastico quello della autogestione e della auto-responsabilizzazione della persona. Minimizzata durante la dittatura italiana poco valorizzata negli anni seguenti… questa grande personalità ha decretato uno dei modelli scolastici più premiati nel mondo.
Forse avremmo bisogno di copiare noi il metodo organizzativo per l’Italia, tanto il metodo didattico ottimale ce l’abbiamo… anche se facciamo finta di non saperlo!

Fonte web: youkosoitalia.net

domenica 9 novembre 2014

UN VIDEO DAVVERO BEN FATTO!



Un bel Dojo di Aikido a Praga, un gruppo di praticanti entusiasti e simpatici,  un videomaker decisamente bravo e talentuoso, qualche bella idea e tanta, tanta disponibilità per realizzare un gran bel prodotto di qualità, con poche risorse: questi gli ingredienti che possiamo immaginare dietro il bel video che vi proponiamo oggi.
Forse per i più esigenti, con qualche perdonabile ingenuità, ma assolutamente perfetto per quel che deve trasmettere.
Un video davvero ben fatto!
Che dire, bravi bravi...

domenica 5 ottobre 2014

LA STANCHEZZA NON ESISTE

Mi stavo gustando un bel video storico sull'Aikido, dall'archivio personale di Andrè Noquet (*), quando un fotogramma mi è risuonato stranamente familiare...
Ve lo presento volentieri qui accanto (**), chi parla è proprio il buon Noquet, che si lamenta con O-Sensei Morihei Ueshiba, il fondatore dell'Aikido, di essere... stanco!
La risposta di O-Sensei fu straordinaria, tanto per la sua semplicità quanto per la chiarezza:
"Non ha senso per un Aikidoka parlare dell'essere stanco, la stanchezza non esiste."
Da scolpire, nella mente e sulle pareti del Dojo, per non dimenticarla  mai...

Ajad



Nota (*): Andrè Noquet fu il primo occidentale eletto al rango di Uchideshi di O-Sensei. Gli Uchideshi erano (e sono) i cosiddetti "discepoli interni", scelti personalmente dal Maestro tra gli allievi migliori, per vivere con lui, nel Dojo ed al servizio del Dojo.
Divenire Uchideshi quindi, è sempre stato considerato un grande onore ed uno dei modi più intensi ed efficaci per progredire nella pratica e sulla Via.
Dall'archivio personale di Andrè Noquet, sono emersi molti filmati storicamente interessanti per l'Aikido, che in alcuni casi abbiamo già citato su queste pagine.

Nota (**): per chi fosse interessato, qui: nel nostro canale YouTube, trovate l'intero video!

lunedì 22 settembre 2014

VIENI A PROVARE!

Dopo l'incredibile successo dell'Open Day, ci prepariamo per affrontare un nuovo anno di studio, pratica intensa e tanto divertimento!
Sei un principiante?
Non hai mai praticato, ma questa antica disciplina ti affascina?
Non trovi mai abbastanza tempo per te?
Vorresti provare l'Aikido, ma rimandi sempre?
Non riesci a trovare un'attività fisica che sia anche una "Via" per lo spirito?
Questo è senza dubbio il miglior momento per venire a provare l'Aikido.
Siamo pronti per accompagnarti in un'avventura che potrebbe davvero arricchire la tua vita, in salute, amicizie, emozioni e siamo a tua disposizione fino a ben quattro volte alla settimana!
Incredibile, vero?
Ti aspettiamo!

Lo Staff di Aikido Torino.

venerdì 19 settembre 2014

OPEN DAY !

Open Day: una giornata i cui potrai provare con noi ed in modo assolutamente gratuito l'Aikido!

Dalle 12 alle 13 lezione adulti.
Dalle 18 alle 20 lezione adulti.
Dalle 18 alle 20 lezione bambini.

Vieni con noi, ti aspettiamo!

venerdì 8 agosto 2014

I MAESTRI INSEGNANO CON L'ESEMPIO


Lug 2014 - La Spezia -
con M°Tada
Da poco conclusi gli Stage di La Spezia.
Ricordi di giorni bellissimi.
Lo so, sembra un luogo comune dire che il M.Tada ogni anno appaia evidentemente sempre più in forma, ma in realtà è proprio così.
Precisione, potenza, entusiasmo, tutte qualità che anzichè affievolirsi con gli anni, sembrano crescere, di raduno in raduno.
Lug 2014 - La Spezia -
con M°Tada
Estremamente gradevole poi, la crescente commistione tra esercizi che fino all'anno scorso erano relegati nel Kinorenma, finalmente nella pratica dell'Aiki, durante l'Internazionale.
Bellissimo.
Proprio come il Maestro ha sempre ripetuto: non deve esserci divisione...
Che altro si potrebbe dire?
Gli insegnanti spiegano le cose, i Maestri insegnano con l'esempio.

Buone vacanze!
Ajad

domenica 3 agosto 2014

CIAO MARCO...


Se n'è andato Marco Robotti, un amico ed un ottimo aikidoka, genuino e sincero.
Così, come su un alito di vento estivo.
Eravamo figli dello stesso seme...
Ci mancherai Marco.
Buon viaggio adesso...