giovedì 12 dicembre 2019

UNA STORIA ZEN


Un uomo che camminava per un campo s’imbatté in una tigre. 
Si mise a correre, tallonato dalla tigre. 
Giunto ad un precipizio, si afferrò alla radice di una vite selvatica e si lasciò penzolare oltre l’orlo.
La tigre lo fiutava dall’alto.
Tremando l’uomo guardò giù, dove, in fondo all’abisso, un’altra tigre lo aspettava per divorarlo.
Soltanto la vite lo reggeva. Due topi, uno bianco e uno nero, cominciarono a rosicchiare pian piano la vite.
L’uomo scorse accanto a sé una bellissima fragola.
Afferrandosi alla vite con una mano sola, con l’altra spiccò la fragola.
Com’era dolce!

[Testo tratto da: "101 Storie Zen", a cura di Nyogen Senzaki e Paul Reps. 
Puoi trovare questo libro nella nostra Biblioteca virtuale su Anobii]

5 commenti:

Anonimo ha detto...

un 'ultima prelibatezza prima della morte?...buon natale a tutti Marika

Stefano facelli ha detto...

È una delle mie preferite!

Vittorio ha detto...

Peggio di così.....

Vittorio ha detto...

Peggio di così.....

Vittorio

Genko ha detto...

Minkia ...Ke sfiga raga!!!