lunedì 28 giugno 2021

STAGE NAZIONALE 2021: M.TAMBURELLI

Che dire, è stato davvero bellissimo ritrovarsi finalmente di nuovo sul tatami per condividere due giorni di pratica intensa e ben condotta, dalle puntuali indicazioni del Maestro Tamburelli.

Uno Stage ricco e sorprendente, dedicato anche al fondamentale uso del Bokken e del Tanto ed impreziosito dalla sessione di meditazione della domenica e dalla precisa Cerimonia di Cha-no-yu, officiata da enrico Hōgen.

L'atmosfera raffinata e potente allo stesso tempo dei due giorni di pratica, dopo tanta astinenza ci ha trovati come praticanti assetati finalmente condotti ad una fonte fresca e limpida.

Poter nuovamente condividere tutto questo di persona è stato come un dono dal valore incommensurabile.

Ed alla fine una sola parola descriveva il fiume di sensazioni, unanimemente condiviso: "grazie"...


L'offerta del Tè al Kamiza, da parte del M.Tamburelli
Enrico Hōgen richiama alla Cerimonia


venerdì 9 aprile 2021

PER IL MAESTRO GUIDO GARBOLINO




Evento in ricordo del Maestro Guido Garbolino
Domenica 11 aprile, alle ore 18.30 
su Zoom



Ci incontreremo online per un momento insieme, in ricordo di un uomo straordinario, un amico, un grande Maestro: il dr. Guido Garbolino
Per partecipare all'evento, clicca qui: 


REGISTRATI


Come già accadde un anno fa, condivideremo ricordi, emozioni e gratitudine, attraverso le parole delle persone che gli sono state più vicine, in un grande abbraccio ideale, ascoltando insieme anche alcuni brani di musica e poesia.

L’incontro durerà circa un’ora, è libero ed aperto a chiunque possa esserne interessato.

Il collegamento sarà attivo già dalle ore 18.
Domo arigatō gozaimashita.


domenica 10 gennaio 2021

KAGAMIBIRAKI 2021




Quest'oggi si è tenuta in Giappone la cerimonia Kagamibiraki dell’Aikikai Foundation presso l’Hombu Dojo di Tokyo.

Per la prima volta, a causa delle recenti restrizioni agli spostamenti, non si è potuta svolgere in presenza ed è stata trasmessa online.

Cliccando sul video qui sopra, potrai rivederne la registrazione!

Infine la cerimonia si è conclusa con un discorso del M° Hiroshi Tada, come sempre ricco di stimoli e suggerimenti, che grazie alla precisa traduzione della nostra amica M. Agnese, riportiamo di seguito, a vantaggio di tutti.




Discorso del M° Hiroshi Tada

Buon anno a tutti e tutte, spero che avrete dato il benvenuto all’anno nuovo con il buon proposito di praticare Aikido con cura.
Quando l’anno scorso il nuovo corona virus ha cominciato a diffondersi si è diffusa pure una confusione che continua anche oggi. Per questa ragione, i Dojo sono stati chiusi e si è presentato il problema delle scuole e dell’accesso limitato ad altre strutture pubbliche.
In tempi come questi credo che molte persone si saranno chieste come continuare ad allenarsi. Mentre ovviamente si prendono le misure contro il virus, salute fisica e mentale devono essere preservate.
A maggior maggiore è necessaria un’attenzione costante al miglioramento della pratica dell’Aikido, è lo stesso per ogni disciplina artistica. Per migliorare bisogna che ci sia armonia tra la vita quotidiana e la pratica.
Qui ho usato la parola geijutsu (arte) ma nel periodo Edo geijutsu si riferiva all’arte della spada dei bushi, il kenjutsu. Nel periodo Meji è rientrata nella categoria dell’arte come nei linguaggi europei, e così siamo arrivati ai giorni nostri. L’Aikido è fatto di tecniche che si basano sul kenjutsu dei bushi, è uno splendido percorso artistico.
Per crescere all’interno della pratica senza fermarsi, praticare a casa è essenziale e può essere fatto in qualunque situazione: dal kinorenma (coltivazione dello spirito che nasce dal kokyu-o, respirazione) ai movimenti base dei piedi, alla sequenza delle tecniche. Potete fare tutte queste cose per creare la vostra propria impressione. Il fondatore dell’Aikido, Morihei Ueshiba, disse che l’aiki è misogi. Misogi è una parola che affonda le sue radici nelle caratteristiche naturali del Giappone ma per comprenderla da un punto di vista mondiale penso che possa essere chiamata “pratica meditativa”. In altre parole l’Aikido è sia un’arte che un metodo di meditazione. Questa unione di arte e pratica meditativa è una parte molto importante della tradizione culturale del Giappone. Al fine di portare avanti un Aikido ricco di significato, la pratica personale è indispensabile. Vorrei ricordare uno dei doka del M° Morihei Ueshiba: “Sii sincero e applicati con sincerità. Realizza la verità essenziale che il visibile e l’invisibile sono la stessa cosa.” Così quest’anno ci siamo riuniti presso il centro con il Doshu Ueshiba Moriteru. Continuiamo a praticare in buona salute.


Ringraziamo per la traduzione la M. Agnese Trocchi

https://zafu.it/aikido/kagami-biraki-2021-e-discorso-del-m-tada/